Vado di Sole

IMG_6511

E’ l’area di arrampicata più giovane del Gran Sasso, situata al limite orientale della piana di Campo Imperatore.

Il valico “di Sole” segna il confine con la provincia di Pescara.

A differenza delle altre aree non si trova immersa tra roccia e  alte cime ma è proprio al limite della catena del Gran Sasso, in una zona dove la roccia bisogna saperla trovare!

L’aera di arrampicata gode di una vista eccezionale sulla piana di Campo Imperatore, una vera e propria cartolina del Gran sasso!

L’esposizione è sud, e malgrado la quota (1700m slm), sole e neve permettendo, si arrampica fino all’inizio dell’inverno.

E’ un’area boulder che ospita una trentina di blocchi, la più piccola di questa guida ma con passaggi belli e di notevole difficoltà.

I primi blocchi aperti risalgono al 2008, mentre la salita più importante è stata quella di “La Scarpetta di Cavalletto, 8a” ad opera di Roberto Parisse nel 2011.

L’area ospita anche una falesia, a poche centinaia di metri dai blocchi,  che rimasta nascosta dal bosco di faggi fino a maggio del 2010 quando fu chiodata la prima via “la zia Esterina”.

E’ grazie ai fratelli Parisse ed Andrea Di Rienzo che Vado di Sole è diventata una delle più belle falesie estive d’Abruzzo ed è il riferimento per l’alta difficoltà sul Massiccio del Gran Sasso.

Ci sono trenta vie di cui ben 5 sopra l’8b!

Lo stile di arrampicata è quello che piace di più ai boulderisti: sezioni dure intervallate da riposi ed un’altezza media intorno ai 18 metri.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>